[Date Prev][Date Next][Thread Prev][Thread Next][Date Index][Thread Index]

C'è nessuno



in allegato file di testo in formato .txt

AUTORE: JOSTEIN  GAARDER
TITOLO: C’E’ NESSUNO?
EDITORE: SALANI EDITORE
ALUNNO/A: BERTOSSA LUCIA
CLASSE: 1
SEZIONE: D
SCUOLA: VINCENZO NERI  TEL. FAX  051 777057
COMUNE: PIANORO (BO)
E-MAIL: bertossa@tin.it
DATA: 25/03/00


Il libro narra una storia scritta dallo zio Joakim a sua nipote Camilla in occasione del suo ottavo compleanno.
Quando Joakim aveva la stessa eta’ di Camilla,  mentre stava appoggiato alla finestra guardando le stelle e pensando al suo fratellino che stava per nascere, vide una stella cadente che attraverso’  il cielo e atterro’  sul melo del giardino. Stupito Joakim  corse in giardino  e trovo’  Mika, un ragazzino appeso per i calzoni al ramo dell’albero.
Chi era? Da dove veniva? Come era finito lassĚ?
Ma conoscera’  meglio lo strano abitante del pianeta Eljo, nato da un uovo, che si succhia il dito,legge nel pensiero, non ha l’ombelico e che si inchina alle domande e non alle risposte perche’  “ la risposta Ź il tratto di strada che ci si  lascia alle spalle, mentre solo la domanda puė  puntare oltre”.
I due ragazzi con semplicita’  si fanno domande sulla vita e sulla sua origine.
Cosi’  misteriosamente come e’  apparso, altrettanto misteriosamente Mika sparisce.
 Intanto a Joakim e’  nato un fratellino che accoglie con le ultime parole di Mika: “Tanti auguri fratello!  Un mondo intero ti attende”.
Fa per lui anche un bel disegno che raffigura la Terra come appare vista dallo spazio, sormontata dalla scritta: “ Ehi! C’e’ nessuno?”.
Lo zio Joakim non saprą mai se ha davvero incontrato Mika oppure se e’ stato un sogno.
Un racconto semplice e simpatico, con immagini in bianco e nero per rendere piu’ piacevole la lettura; mi spiace solo sia cosi’ breve.
Forse questo libro mi e’ piaciuto tanto anche perche’ mi ricorda un’amica delle elementari con la quale parlavo a lungo e che,  proprio come Mika, e ’”scomparsa” improvvisamente perche’ si e’ trasferita in un’ altra citta’. 
Un nuovo amico e un nuovo libro che consiglierei a tutti per il suo significato, per imparare il valore dell’amicizia e per non aver paura di farsi delle domande.